Logo Nome FCS
logo ufficiale ibimet trasparente Autorità di Sistema Portuale
di Livorno
Fondazione 
Livorno Euro-Mediterranea

Compagnia Portuale
di Livorno

Comune di
Livorno

SETTIMO SIMPOSIO

logo simposio trasparente

IL MONITORAGGIO COSTIERO MEDITERRANEO:

PROBLEMATICHE E TECNICHE DI MISURA

LIVORNO GIUGNO 19-20-21 2018

 

 

Locandina del Simposio   (formato PDF)

Programma del Simposio (Formato PDF)

 


Sessioni

Flora e Fauna del sistema litorale: dinamiche e protezione

Davide Travaglini
(Presidente) 
Dip. Gestione Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali Università di Firenze 
Laura Bonora  CNR-IBIMET Firenze
Carla Cesaraccio  CNR-IBIMET Sassari
Federico Selvi  Dip. Scienze Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente Università di Firenze
Roberto Tognetti  Dipartimento di Bioscienze e Territorio, Università del Molise

sessione1

 

Le coste sono un ambiente ecotonale di confine tra mare e terra. Caratteristiche peculiari di questo ambiente, oltre ad essere il punto di passaggio tra acqua, con alto contenuto di sali, e terra e ad avere dimensioni relativamente ridotte in senso ortogonale alla linea di riva, sono la grande dinamicità, e nel caso dei litorali sabbiosi, la grande instabilità entrambe dovute a fenomeni ciclici, quali ad esempio quelli di marea, e a fenomeni imprevedibili, quali tempeste e mareggiate. L’insieme di queste caratteristiche ne fanno un sistema estremamente vulnerabile tanto che la sua flora e la sua fauna, siano esse terrestri o marine, presentano adattamenti morfo-fisiologici, ecologici e comportamentali particolari.

Parole chiave: Ecosistemi spiaggia-duna, naturali e artificiali. Ecosistemi rocciosi. Ecosistemi artificiali. Fattori abiotici e qualità delle acque. Biodiversità e funzionamento degli ecosistemi. Analisi degli effetti dei fattori d’impatto sugli ecosistemi. Metodologie di mitigazione degli impatti e di ripristino.

 

 

 

Morfologia ed evoluzione delle coste e dei fondali

Giovanni Sarti
(Presidente)
Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Pisa
Filippo Catani Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Firenze
Giuliano Gabbani  Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Firenze
Stefano Miserocchi  CNR-ISMAR Bologna
Sandro Moretti Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Firenze

 

sessione2

 

La sessione prevede l’indagine su genesi, tipologia ed evoluzione della linea di costa e di riva, includendo relativamente all’area sommersa più in prossimità alla battigia o alla linea di costa: il profilo sommerso, la strutturazione fisica e le qualità fisico-chimiche della colonna d’acqua. Anche le dinamiche e i processi che intervengono sulla fascia costiera sono parte integrante del tema con, in particolare, gli interventi antropici come vero e proprio processo e il rischio e il grado di pericolosità che coinvolge l’assetto naturale e artificiale della costa. Entrano in questa Sessione anche i lavori che riguardano le attività di tutela e di ripristino della linea di costa.


Parole chiave: Forme e Tipologie di costa. Erosione, fattori e processi di instabilità della costa. Evoluzione e morfodinamica della fascia costiera e dei fondali sottocosta. Falesie e coste rocciose. Rischi e gestione della costa.

 

 

 

Il paesaggio costiero: forme di antropizzazione di ieri e di oggi

Donatella Cialdea
(Presidente)
Dipartimento di Bioscienze e Territorio, Università del Molise
Giovanna Bianchi Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali Università di Siena
Biagio Guccione Dipartimento di Architettura Università di Firenze
Tessa Matteini Dipartimento di Architettura Università di Firenze
Marinella Pasquinucci  Docente Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici - Università di Firenze
Gloria Pungetti Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio, Università di Sassari

sessione3

 

Il tema, partendo dall’archeologia anche subacquea, tratta delle varie forme di antropizzazione e di intervento urbanistico e/o edilizio che hanno interessato le aree costiere e le zone ad esse strettamente relazionate, per motivi ambientali e/o funzionali. Si tratta delle forme in vario modo artificiali costituenti eredità del passato o frutto di interventi recenti o attuali, che hanno modificato le coste con possibili conseguenze sull’assetto paesaggistico e/o urbanistico. Il tema affronta, pertanto, anche la problematica della pianificazione degli insediamenti costieri, fra questi: i porti e il loro riuso, lo water front, gli insediamenti turistici, ecc.

Parole chiave: Pianificazione delle coste. Pianificazione degli insediamenti costieri. Architettura nell’ambiente costiero. Insediamenti portuali: uso e riuso. Storia e archeologia del paesaggio costiero. Archeologia subacquea.

 

 

 

 

Misure per l’Ambiente e produzione energetica in zone costiere

Marcantonio Catelani
(Presidente)
Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione Università di Firenze
Rossella Bardazzi Dipartimento di Scienze per l'Economia e l'Impresa Università di Firenze
Carlo Carcasci Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università di Firenze
Giampaolo Manfrida Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università di Firenze

sessione4

La Sessione è articolata in due parti:

  • Misure per l’ambiente, dove si trattano problemi legati alle misure fisico-ambientali costiere terrestri e subacquee. In questa sotto-sessione confluiscono lavori riguardanti: strumenti e metodologie di misura e monitoraggio, studi meteo-climatici e oceanografici costieri, sistemi informativi geografici, reti telematiche e banche dati.
  • Produzione energetica in zone costiere, qui entreranno contributi relativi alle soluzioni e alle problematiche legate alla conversione dell’energia “naturale” in energia elettrica, con particolare riferimento all’ambiente costiero. In questa sottosessione entrano anche i lavori che si occupano della valutazione economica della produzione energetica in aree costiere.

Alle due sotto-sessioni indicate sono strettamente connesse le problematiche relative al mantenimento delle prestazioni dei dispositivi (componenti, strumenti ed apparati in genere) nel tempo, e quindi alla loro affidabilità, nonché al degrado dei materiali (plastiche, metalli, guarnizioni, ecc.) per effetto delle condizioni ambientali in cui tali dispositivi operano: salinità, radiazione solare, temperatura, vibrazioni, agenti inquinanti, ecc. Pertanto anche lavori riguardanti queste tematiche saranno attribuiti a questa Sessione.


Parole chiave: Metodi e strumenti di misura. Fisica ambientale costiera. Remote Sensing. Sistemi Informativi Geografici. Gestione banche dati e reti telematiche. Sistemi di produzione energetica. Conversione dell'energia. Rigassificatori. Effetti delle condizioni ambientali sulla strumentazione, affidabilità e manutenibilità.

 

Geografia della fascia costiera: dinamiche del territorio e tutela integrata

Donatella Carboni
(Presidente)
Dip. Scienze Umanistiche e Sociali Università di Sassari
Rossella Bardazzi Dipartimento di Scienze per l'Economia e l'Impresa Università di Firenze
Ilaria Lolli Dipartimento di Giurisprudenza Università di Pisa
Carlo Natalii  Dipartimento di Architettura Università di Firenze
Stefano Soriani Dipartimento di Economia Università di Venezia

sessione5Le aree costiere rivestono un’importanza strategica in quanto espletano funzioni economiche, residenziali, di trasporto e ricreative di particolare rilevanza che dipendono dalle caratteristiche fisiche, dalla bellezza del paesaggio, dal patrimonio culturale, dalle risorse naturali. Pur esistendo una molteplice varietà di zone costiere esse vanno comunque intese come sistemi interattivi mare-terra, dinamici e fragili, da tutelare, in modo complessivo ed integrato, in quanto aree “sensibili” in cui si concentrano attività spesso tra loro conflittuali. Dalle indicazioni proposte dalla Commissione Europea ne sono derivati studi e analisi sui meccanismi per una loro effettiva applicazione. Studi non ancora conclusivi che la Sessione intende sollecitare ponendoli in relazione con: gli strumenti giuridici ed economici, lo sviluppo sostenibile, la tutela dell’ambiente costiero, le pianificazioni, i sistemi di controllo, la gestione olistica, partecipativa e aperta.


Parole chiave: Recupero del territorio per la Natura. Aree naturali e protette, parchi. Turismo. Conflitti tra usi, conflitti ambientali. Sviluppo sostenibile. Strumenti giuridici ed economici. Pianificazioni. Sistemi di controllo. Gestione olistica, partecipativa e aperta.

 

 

 

Presidenza Comitato Scientifico

Fabrizio Benincasa CNR-IBIMET Sassari
Matteo De Vincenzi CNR-IBIMET Firenze
Simone Orlandini Dip. Scienze Produzioni Agroalimentari e dell'ambiente Univrsità di Firenze
Fondazione per il Clima e la Sostenibilità
Antonio Raschi CNR-IBIMET
Rappresentante Comune di Livorno  
Presidente Autorità Portuale Livorno

 

Informazioni e scandenze

Il Simposio è articolato in: Presentazioni Orali, Sessione Poster.

LINGUA:  Italiano, inglese,francese

Date e scandenze

27 novembre 2017 Termine ultimo per l’invio dei sunti (lunghezza totale compresa tra 2000 e 4000 caratteri, comprensivi degli spazi, e, se necessario, nelle due cartelle possono essere inseriti grafici o immagini).
 Gennaio 2018 Comunicazione agli autori dell’accettazione o no del lavoro, per la presentazione orale o per la sessione poster. Indicazione delle norme per la scrittura dei testi da pubblicare negli atti.
 19 Giugno 2018 Inizio Simposio e consegna del lavoro esteso. Tutti i lavori accettati, sia orali sia poster, saranno pubblicati per esteso negli Atti del Simposio.
 Il lavoro completo deve essere consegnato all’inizio del Simposio pena l’esclusione dalla pubblicazione
 Gennaio 2019  Pubblicazione degli Atti. È prevista la pubblicazione del volume degli Atti (con codice ISBN) come e-book con immagini a colori. Non è prevista la fornitura degli estratti dei singoli lavori che potranno essere stampati  dagli autori ricavandoli dal il volume in formato elettronico.

Note sui lavori

 Istruzioni per la preparazione e l’invio dei sunti

Il sunto deve avere una lunghezza totale compresa tra 2000 e 4000 caratteri, comprensivi degli spazi; si possono inserire al massimo due figure. Testo e figure non devono superare le due pagine (due facciate A4). Sunti con meno di 2000 caratteri verranno rifiutati di ufficio.
Nella prima riga deve essere riportato il titolo del lavoro; nelle righe successive il nome degli autori, l’affiliazione, i recapiti (e-mail, telefono, fax).

Gli autori, guidati dalle parole chiave delle diverse Sessioni, possono indicare in quale Sessione inserire il lavoro ma ciò non è vincolante per il Comitato Scientifico.

Premesso che tutti i lavori accettati dal Comitato Scientifico hanno la stessa dignità e pertanto verranno pubblicati per esteso sugli Atti del Simposio, le Commissioni inviteranno a una presentazione orale sei o sette lavori, fra quelli pervenuti, per ogni singola Sessione, che maggiormente favoriscono la discussione interdisciplinare fra le Sessioni.

Le lingue del Simposio sono italiano,inglese e francese, ma per una maggiore diffusione internazionale degli Atti è auspicabile che i lavori siano scritti in inglese.

Il file in formato, MS-Word (.doc, .docx), Rich Text Format (.rtf), Open Document Text (.odt), o Adobe Acrobat (.pdf), deve essere inviato alla Segreteria Scientifica del Simposio per e-mail, simposio@ibimet.cnr.it, entro il 6 novembre 2017.

I lavori verranno accettati per la loro validità scientifica a insindacabile giudizio del Comitato Scientifico

Lavori con presentazione orale

Si ricorda che la presentazione orale deve essere effettuata utilizzando programmi di presentazione elettronica: MS-PowerPoint, Adobe Acrobat Reader, OpenOffice/LibreOffice Impress.

Lavori con presentazione poster

Il Comitato Scientifco esprimerà un giudizio su tutti i poster presentati, in riferimento alla: completezza, chiarezza e immediatezza dell’esposizione. I primi tre della graduatoria riceveranno una targa premio.

ISTRUZIONI PER GLI AUTORI

Modalità e costi di iscrizione

Premesso che:
per ogni lavoro accettato (orale o poster) deve essere pagata la quota di iscrizione, pena l’esclusione del lavoro dalla presentazione e dagli Atti
sono previste tre categorie di iscritti:

  Entro marzo 2018 Da aprile 2018
Categoria A:
all’atto dell’iscrizione, con l’attestato di partecipazione, verrà consegnato del materiale di cancelleria e illustrativo. Quando gli Atti del Simposio saranno pronti ne verrà data comunicazione all’autore. Ogni lavoro, orale o poster, deve essere registrato in questa categoria, la registrazione dà diritto all’iscrizione di uno e un solo autore; altri autori dello stesso lavoro possono iscriversi in categoria B o C.
L’organizzazione del Simposio offrirà agli iscritti in questa categoria la Cena Sociale.
260,00 € (*) 340,00 € (*)
Categoria B:
  • Coautori non iscritti in categoria A.
  • Dottorandi e studenti universitari che non presentano né lavori orali né poster; devono esibire o il tesserino universitario o una dichiarazione del Dipartimento presso cui svolgono il dottorato.
  • Uditori.
All’atto dell’iscrizione, con l’attestato di partecipazione, come per la Categoria A, verrà consegnato del materiale di cancelleria e illustrativo e quando gli Atti del Simposio saranno pronti ne verrà data comunicazione.
60,00 € (*) 90,00 € (*)
Categoria C (iscrizione giornaliera):
Coautori non iscritti in categoria A, coloro che non presentano né lavori orali né poster, e decidono di partecipare al Simposio di giorno in giorno. L’iscrizione per la singola giornata verrà fatta presso la Segreteria del Simposio che rilascerà, con la ricevuta, l’attestato di partecipazione relativo al giorno dell’iscrizione. L’iscrizione giornaliera non dà diritto al materiale previsto per le Categorie A e B.
50,00 € (*)

 (*) Gli importi sono da intendersi IVA compresa

La presenza come uditori può essere anche del tutto gratuita ovviamente non saranno rilasciati attestati di partecipazione da parte della Segreteria.

Gli studenti potranno chiedere l’attestato di partecipazione ai Presidenti di Sessione.

Pagamento iscrizioni.

Il pagamento della quota di iscrizione andrà fatto con un bonifico o un versamento alla BANCA PROSSIMA Agenzia di Firenze coordinate bancarie:


BIC/SWIFT BCITITMX
IBAN            IT77I0335901600100000072591
intestato a Fondazione per il Clima e la Sostenibilità, con la causale “Settimo Simposio Monitoraggio costiero”

Iscrizione dei lavori selezionati per la Presentazione Orale


La quota di iscrizione per i lavori selezionati per la presentazione orale deve essere pagata entro il 31 marzo 2018. Nel caso la quota non venga versata entro la data indicata, il lavoro verrà spostato alle presentazioni poster.

Cena sociale

 E' prevista una cena sociale; possono parteciparvi, anche i non iscritti nella categoria A, ma dovranno versare 40 € alla Segreteria del Simposio.

Alberghi convenzionati con la Fondazione L.E.M. e CNR-IBIMET

Hotel Granduca
Piazza Micheli Giuseppe, 16 - Livorno
Tel. +39 0586 891.024 Fax +39 0586 891.153
Booking Dpt.: granduca@granduca.it
Sito Web: www.granduca.it

Standard Room Uso Singola 85,00 €
Superior Room Uso Singola 98,00 €
Supplemento Seconda persona 20,00 €

Le suddette tariffe sono da intendersi per camera, per notte,
e comprensive di: Colazione a buffet continentale,
Internet Wi-Fi Iva 10% e tasse incluse.
Tassa di soggiorno Euro 2,00 a persona non inclusa.

Hotel Ariston
Piazza della Repubblica 13,
57123 Livorno
Tel. +39 0586880149 Fax. +39 0586889192
www.hotelaristonlivorno.com
info@hotelaristonlivorno.com

Camera singola 70EUR BB + 1.50 tassa sogg a persona
Camera doppia 85EUR BB + 1.50 tassa sogg a persona

Possibilità di 1 posto auto in garage
prenotabile al prezzo di 15€

Hotel Parking Europa
Via dell’Angiolo 23, 57123 Livorno – tel. 0586 888581 – 346 6858844
www.hoteleuropalivorno.it
hoteleuropa@libero.com

Camera singola: €58.00 al giorno più €1.50 di tassa di soggiorno a persona
Camera doppia: €83.00 al giorno più €1.50 di tassa di soggiorno a persona

Posto auto privato: €10.00 a vettura al giorno

Hotel Boston

Piazza Mazzini, 40 – Livorno 57126 (Li) Toscana Italy
tel.39/0586/882333 Fax 0586/882044
http://www.bostonh.it/
info@bostonh.it

Camera singola   € 70,00 a camera, a notte.
Camera doppia   €  90,00 a camera, a notte.

I prezzi si intendono comprensivi di colazione; tassa di soggiorno pari ad € 1,50 a persona al giorno.

La struttura è dotata di Garage che i partecipanti possono prenotare ad un costo di € 10,00.

Hotel Touring
Via Goldoni, 61
Tel 0586 898035
Fax 0586 899207
http://www.hoteltouringlivorno.it/it/
info@hoteltouringlivorno.it

Camera singola B&B € 60.00/pernottamento.
Camera matrimoniale B&B € 90.00/pernottamento.

Imposta di soggiorno € 1.50/persona al giorno.


Per quanto riguarda il parcheggio, la struttura ha a disposizione diversi posti auto in garage privato, per i quali è consigliabile la prenotazione.
Posto auto in garage privato € 10.00/giorno.

Si ricorda a tutti i partecipanti che intendono usufruire dei particolari sconti su riportati di citare la Convenzione in oggetto con la Fondazione LEM e il CNR IBIMET per il Simposio

 

SEDE DEL SIMPOSIO

Fondazione L.E.M. (Livorno Euro Mediterranea) Piazza del Pariglione 1-2 Livorno - Tel. +39-0586-826427. 

lem

 

La Fondazione LEM

Slider

 

La Fondazione L.E.M. è situata al primo piano dell'imponente Palazzo dei Portuali, edificio costruito nel 1948 di fronte al porto di Livorno su progetto dell'architetto Giovanni Salghetti. Il Palazzo, sede storica della Compagnia dei Portuali, che ha recentemente festeggiato i cinquanta anni di attività, si inserisce per colorazione e forme nel rapporto con l'antistante Fortezza Vecchia, forse il più significativo monumento della città. Voluta dal Cardinale Giulio de' Medici, futuro Papa Clemente VII, l'austera Fortezza fu realizzata dal 1521 al 1534 da Antonio da Sangallo il Giovane, inglobando preesistenti fortificazioni. La darsena che fronteggia la Fortezza Vecchia ospita la flotta peschereccia livornese.

 

 

 

Come arrivare  a Livorno

Livorno, città granducale, antico porto franco, conta attualmente circa 164,000 abitanti. Situata su uno dei più suggestivi tratti della costa Toscana, a soli 90 km da Firenze, è facilmente raggiungibile in aereo grazie al vicino aeroporto di Pisa, che dista meno di 20 km. L'aeroporto di Pisa offre collegamenti di linea con i maggiori scali europei (Londra, Parigi, Monaco) e internazionali (New York) nonché diversi voli su Roma e Milano.
La stazione ferroviaria si trova lungo la linea che collega Torino e Genova a Roma. Inoltre un treno navetta collega ogni ora Livorno con Firenze (tempo di percorrenza circa un'ora e dieci minuti).
È possibile inoltre raggiungere Livorno con la macchina, attraverso l'autostrada A12, la superstrada Firenze-Pisa- Livorno e la via Aurelia.
Da Livorno infine partono collegamenti via mare con l'isola d'Elba e altre isole dell'arcipelago toscano, la Corsica, la Sardegna e la Sicilia.

In aereo:
L'aeroporto di Pisa dista circa 25 km dalla Fondazione. Una volta giunti all'aeroporto Galileo Galilei, conviene prendere l'autobus N.7 per la stazione ferroviaria centrale di Pisa e proseguire da lì il tragitto con un altro autobus per Livorno o con un treno. Nel caso si scelga l'autobus, si deve scendere al capolinea (Piazza Grande) da cui si può proseguire facilmente a piedi - direzione monumento dei Quattro Mori, alla cui sinistra si trova la sede del L.E.M. Nel caso si scelga il treno, bisogna scendere alla stazione Livorno Centrale, da cui si può proseguire il percorso con l'autobus N.1 e scendere alla fermata di Piazza Micheli, in cui è situato il monumento dei quattro Mori, a meno di cento metri dall'Istituto. A causa dei collegamenti non proprio ottimali con l'aeroporto di Pisa, è sempre più conveniente in termini temporali prendere direttamente un taxi che consente di arrivare al L.E.M. in meno di mezz'ora. Per maggiori informazioni sui collegamenti con l’aeroporto di Pisa consultate http://www.pisa-airport.com/aeroporto_di_pisa_76.html

In treno:
La stazione Livorno Centrale si trova a circa 3 km dalla Fondazione. Per raggiungere il L.E.M. è necessario prendere l'autobus N.1 e scendere alla fermata Piazza Micheli, dove si trova il monumento dei Quattro Mori, da cui poi proseguire a piedi. Per gli orari dei treni cliccate qui

In auto:
Sia che si arrivi dall'autostrada A12, dalla superstrada Firenze-Pisa-Livorno o dalla via Aurelia, seguire sempre le indicazioni per Livorno Centro e poi quelle per il monumento dei Quattro Mori o della Fortezza Vecchia, entrambi ai lati del L.E.M. Un comodo parcheggio a pagamento è situato a fianco della Fondazione.

Per informazioni sui mezzi di trasporto urbani consultate www.atl.livorno.it

Per informazioni sulla città di Livorno cliccate qui

 

Attività Collaterali

Concorso fotografico

concorso foto 2018

Nell'ambito del Simposio è indetto un concorso fotografico attinente alle tematiche delle Sessioni. L'iscrizione al concorso è gratuita. Per dettagli vedi  "Regolamento Concorso Fotografico"

Sessione Speciale

Visto l’interesse suscitato verso il Simposio “Il Monitoraggio costiero mediterraneo: problematiche e tecniche di misura” il Comitato Scientifico ha deciso, al fine di favorire sia la consapevolezza ambientale sia l’interesse verso la ricerca scientifica dei giovani cittadini, una sessione speciale dedicata agli studenti delle scuole medie e superiori.

Gli studenti, coordinati da un docente, potranno presentare dei poster sulle tematiche del Simposio. Nel poster, ad esempio, gli studenti dovranno mostrare come i vedono i problemi dell’ambiente costiero e cosa pensano che si debba fare per risolverli.

I poster verranno esposti nella sala del Simposio durante i tre giorni dell’evento. Il poster della Sessione Studenti giudicato migliore dal Comitato Scientifico, riceverà una targa premio.

Per motivi organizzativi la scheda di registrazione (scaricabile qui), che non è vincolante, deve essere inviata via email alla Segreteria Scientifica (simposio@ibimet.cnr.it ) entro il 30 aprile 2018.

La partecipazione è totalmente gratuita

 Per informazioni:
Signora Laura Pellegrino:
CNR-IBIMET Sede di Livorno
e-mail l.pellegrino@ibimet.cnr.it
tel. 0586 839788

 

Contatti

Segreteria Scientifica:
Laura Bonora
Matteo De Vincenzi
CNR-IBIMET
Via Caproni, 8
50145, Firenze
Tel. +39 055522 6552 - 6030
Fax +390555226560
e-mail: simposio@ibimet.cnr.it

Comitato Organizzativo:

Rita Franchi Fondazione LEM
Gianni Fasano CNR-IBIMET
email g.fasano@ibimet.cnr.it
Alessandro Materassi CNR-IBIMET
email a.materassi@ibimet.cnr.it
Laura Pellegrino CNR-IBIMET
email l.pelligrino@ibimet.cnr.it
Maurizio Romani CNR-IBIMET
email maurizio.romani@cnr.it
Francesco Sabatini CNR-IBIMET
email f.sabatini@ibimet.cnr.it

 Informazioni amministrative:
Francesca Chellini
Fondazione per il Clima e la Sostenibilità
Via Caproni, 8
50145, Firenze
Tel. +39055 522 6030 - 6552 - 6551
Fax +39055 522 6560
e-mail: segr.org@ibimet.cnr.it

Cerca

Editors

Battista Piero (piero.battista at cnr.it)

Rapi Bernardo (bernardo.rapi at cnr.it)

Romani Maurizio (maurizio.romani at cnr.it)

 

Accedi al tuo account