project flyerObiettivo del progetto coordinato è lo studio delle basi biologiche, fisiologiche e tecnologiche per migliorare l’efficienza d’uso delle risorse idriche nelle produzioni di specie da fiore reciso e di piante ornamentali in contenitore ed in piena terra.

 Obiettivi generali del progetto:

1. Individuare i fattori critici ed i parametri dell’impatto della produzione florovivaistica sulla qualità/quantità delle acque di falda, anche con riferimento ai nutrienti presenti nelle acque di percolazione.

2. Studiare a fondo i fattori biologici, fisiologici ed ambientali coinvolti nell’efficienza d’uso della risorsa idrica.

3. Definire idonee soluzioni bio/tecnologiche per la razionalizzazione dell’uso dell’acqua attraverso la valorizzazione di specie con livelli elevati di efficienza d’uso dell’acqua, l’introduzione di nuove specie e/o sistemi e metodi irrigui innovativi.

4.Definire i criteri ed i limiti per l’utilizzazione di acque salmastre anche attraverso l’individuazione di specie tolleranti alla salinità. Le metodologie impiegate fanno riferimento alle tecnologie di produzione vegetale, all’ecofisiologia e alla cropphysiology (analisi di crescita, fisiologia degli scambi gassosi, potenziali idrici, determinazione del bilancio ormonale…) integrate con metodiche analitiche per lo studio della dinamica dei sali nella pianta e nei substrati e la caratterizzazione fisico-chimica dei substrati e utilizzando la sensoristica e la modellistica applicata alle colture vegetali al fine di individuare approcci interdisciplinari alla ricerca scientifica in floricoltura.

l progetto prevede la partecipazione di 8 Unità Operative (UO): DIAAT UniNA , DISAA-a UniPI, GEMINI UniTus (VT), CNR_IBIMET FI, CREA_FSO Sanremo, CREA_VIV Pescia, CREA SFM Palermo, CREA_SCA Bari, in 3 Work Package (WP).

 

Il gruppo IBIMET si è occupato dello sviluppo prototipale del sistema HYDRO per la gestione irrigua.

Sistema HYDRO

 

 Hydro system

 

 

 

HYDRO un sistema prototipale per la gestione automatica dell'irrigazione nel settore del florovivaismo basato su misure tensiometriche ed evaporimetriche, con la possibilità di inserire il frazionamento della dose irrigua e fasce orarie all’interno delle quali è possibile attivare le elettrovalvole relative ai diversi settori.
Il sistema hardware gestisce un set di sensori meteorologici i cui dati sono usati dai modelli implementati nel software per il calcolo in tempo reale del coefficiente Kc, la stima dell’ETP e dell’ETR orarie. L’uso di un kc calcolato a partire dai dati tensiometrici, oltre al controllo incrociato dei valori tensiometrici, consente un aumento della rappresentatività dell’informazione puntuale fornita dai tensiometri, nella stima del volume irriguo. Attualmente il sistema è in grado di gestire un massimo di 8 tensiometri e l’introduzione di valori soglia, tempi di attivazione ecc. devono essere fatti intervenendo direttamente sul codice del processore.

 

graph hydro

hydro2

 

 

 

 

 

 

 

 

 Risultati sperimantali

 Risultati test 1

 

{artmodernzoom}risultati test 2{/artmodernzoom}

 

 

Download poster modellistica sistema HYDRO (PDF)

 

 

Cerca

Editors

Battista Piero (piero.battista at cnr.it)

Rapi Bernardo (bernardo.rapi at cnr.it)

Romani Maurizio (maurizio.romani at cnr.it)

 

Accedi al tuo account